Home > Prefazione di Carlo Petrini

Conosco Nicola Fiorita da molti anni e ho avuto la possibilità di apprezzarne le doti ed i talenti in diversi contesti e situazioni.

Con la sua guida il movimento di Slow Food è cresciuto e si è diffuso significativamente in Calabria. Da Presidente regionale della nostra associazione ha saputo condurre, con intelligenza e col suo linguaggio chiaro e diretto, un’intensa azione a difesa dell’ambiente e della biodiversità, coniugandola ai temi della legalità, della sostenibilità e dell’accoglienza. Il suo naturale pragmatismo e la capacità di coinvolgimento che è stato in grado di esprimere hanno spinto tante persone a impegnare tempo ed energie nella scoperta e nella valorizzazione della qualità dei luoghi, dei prodotti e delle liere locali di un cibo buono, pulito e giusto.

L’eco dell’entusiasmo che la candidatura di Nicola a sindaco di Catanzaro ha suscitato, mi giunge forte. Essa è percepita come una chiara opportunità per la città perché apre la prospettiva di un recupero di partecipazione alla politica con una credibilità in grado di rimettersi dal capoluogo della Calabria al resto del Paese, a livello nazionale.

Una storia personale e professionale forte e limpida ed un pro lo civico e sociale di spessore come il suo possono fare la differenza in un panorama politico spesso condizionato dal rincorsa al populismo o, ancora più spesso, ripiegato su sé stesso, escludente, lontano dalla vita quotidiana delle persone e, per questo, scoraggiante.

Considero, dunque, la scelta di Nicola di affrontare questo nuovo impegno, un bel segnale di speranza per il futuro delle nostre comunità. A lui va tutto il mio sostegno.

 

Carlo Petrini (*)
Fondatore di Slow Food

(*) Autore di numerosi volumi ed ideatore di importanti manifestazioni a livello mondiale, Petrini è stato inserito dal quotidiano inglese «Guardian» nella lista delle 50 persone che potrebbero salvare il pianeta. Ha scritto la prefazione dell’Enciclica «Lau­da­to si’» di Papa Francesco.